Fermento

749,00

(iva compresa | tax included)

artist: Maria Rosa Franzin

 

Opera unica, da collezione.

Maria Rosa Franzin, artista internazionale, è tra gli artisti ospiti legati al progetto Gioielli in Fermento.
Le sue opere rispecchiano una poesia quotidiana, dove traccia, ricerca e risultato intrecciano il suo approccio all’opera gioiello con il suo vissuto, ovvero l’approccio all’insegnamento. Per Franzin la relazione con i suoi studenti ha un significato profondo, e si concretizza nel suo metodo personale di condurre gli allievi al compimento del risultato.
Per Archivio Negroni, Franzin ha proposto un seminario, adatto a tutti, di introduzione al disegno e alla progettazione orafa.

Ph. Angela Petrarelli

Per informazioni: attrezzeria@archivionegroni.it

 

 

spilla | brooch
Fermento dentro la terra

argento ossidato, oro, plexiglass | oxidized silver, gold, plexiglass

6,5×6,5×3 cm
2015

#mrf1

MARIA ROSA FRANZIN – Tripoli (Libia), Padova, Italy

“Dopo un primo esordio nel mondo dell’arte con la pittura, a seguito degli studi effettuati presso l’Accademia di Belle Arti di Venezia, Franzin torna nel 1986 all’Istituto d’Arte Pietro Selvatico quale insegnante di disegno professionale e progettazione orafa. Il gioiello diviene da allora il suo privilegiato mezzo espressivo. Allieva di Mario Pinton, Francesco Pavan, Giampaolo Babetto, ne coglie la lezione dedicandosi a una ricerca tenace e attenta che si risolve in soluzioni personali e di coerente poesia. La disciplina geometrica, codice linguistico che caratterizza la Scuola dell’oro padovana, viene acquisita dall’artista, ma interpretata con linguaggio autonomo, che la vede prediligere metalli non preziosi e dare vita a valori formali che esaltano le entità materiche del prodotto artistico. L’estrema semplicità formale, la predilezione per l’argento, mai ostentato nella sua luce lunare, ma bensì brunito, battuto, niellato, con l’inserimento misurato di scaglie d’oro purissimo, danno vita ad opere di raffinata sobrietà dove i diversi trattamenti delle superfici, con macchie, sfumature, segni e graduate tonalità, sottolineano la squisita sensibilità pittorica dell’artista.” (Mirella Cisotto Nalon)¹

Maria Rosa Franzin. Nasce a Tripoli in Libia. Studia Arte dei Metalli e dell’Oreficeria all’Istituto d’Arte “P. Selvatico” di Padova e pittura all’Accademia di Belle Arti, Venezia. Vive e lavora a Padova
. Dal 1986 al 2018 ha insegnato disegno e progettazione orafa all’Istituto d’Arte “Pietro Selvatico” di Padova. Presidente AGC, curatrice di progetti sul gioiello contemporaneo.
Espone in gallerie private e musei, i suoi lavori sono presenti nelle collezioni permanenti di Padova (Museo Zuckermann delle Arti Applicate), Firenze (Museo degli Argenti Palazzo Pitti), New York (Museum Art and Design) e numerose altre sedi accademiche.

 

“After early training in painting, with courses at the Academy of Fine Arts in Venice, in 1986 Maria Rosa Franzin returned to the Istituto d’Arte Pietro Selvatico in Padua, as a teacher of professional drawing and gold-working design. Since then, jewelry has become her favourite means of expression. As a student of Mario Pinton, Francesco Pavan, Giampaolo Babetto, Franzin absorbed their teachings devoting herself to a tenacious, careful search for personal solutions and coherent poetry. She learnt the discipline of geometry, the linguistic code which is so typical of the Padoan School, but she interprets it with an autonomous language, preferring non-precious metals and creating formal values which exalt the meteoric part of artistic products. Extreme formal simplicity, a predilection for silver, never ostentatious in its lunar light, but burnished, beaten, coated with niello, receiving carefully measured flakes of th epurest gold,. enliven works of refined sobriety, in which the various types of treatment given to surfaces, with specks, nuances, marks, and graduated tones, all emphasise the artist’s exquisite pictorial sensitivity.“ (Mirella Cisotto Nalon)¹

Born in Tripoli, Libia, Maria Rosa Franzin studied metal and goldsmith arts at ”Pietro Selvatico” Institute of Art, Padova, and painting at Academy of Fine Arts in Venice. She lives and works in Padua, Italy
Since 1986 she has taught goldsmith design at the “Pietro Selvatico” Institute of Art Padua. AGC Association Chairperson, curator of various contemporary jewellery projects.
She takes part in solo and prestigious group exhibitions in private galleries and museums, permanent collections in Padua (Zuckermann Museum for Applied Arts), Florence (Museo degli Argenti at Palazzo Pitti), New York MAD and several other academic sites.

 

 

¹in M.Cisotto Nalon, A.M.Spiazzi, Gioielli d’autore. Padova e la scuola dell’oro. U.Allemandi &c, Padova 2008.

 

Collezioni permanenti | Collections

2013 Fondazione Raffaele Cominelli, Collezione permanente dedicata al Gioiello Contemporaneo, Palazzo Cominelli, Cisano S.Felice/Salò IT
2008 Museo degli Argenti, Collezione permanente dedicata al Gioiello Contemporaneo, Palazzo Pitti, Firenze IT

Premi | Awards

Solo Exhibitions
2005 Galleria Alternatives, Roma – Galerie Orféo, Luxembourg
2003 Italienische Schmuckkunst, Galerie Slavik, Wien
2001 Jewels, Designyard Gallery, Dublin
1999 Como cobra vida el arte?, Galeria Magari, Barcelona
1997 Jewels, Galerie Hilde Metz, Antwerpen

Esposizioni | Selected Exhibitions
2020 Site effects, jewelry on both sides of Atlantic, Bayerische Kunstgeweberverein München, Philadelphia, Baltimore
2019 Gioielli in Fermento: Villa Braghieri – Palazzo Malvicini Fontana – Palazzo Farnese, Piacenza – Ocana Barcelona – Galerie La Joaillerie Mazlo, Paris / Influences: galleria Contemporary, Livorno – Takirai Design Firenze – galleria Benjamin ErkII, München / Lies.E.S Exposition de Bijou d’Art Art Course Gallery Strasburg / Mano Gallery Taipei
2018 Isabella Hund Galerie München, Four Gallery Goteborg, Triple parade 4th Biennale for contemporary jewellery, Shanghai / Gioielli in Fermento: Villa Braghieri, Piacenza – Putti Art Gallery, Riga LE – JOYA Barcelona – Oratorio S.Rocco Padova / Influences: galleria Contemporary, Livorno – galleria Benjamin ErkII, München
2017  Parallel, Beijing international Jewelry Art Exhibition / JOYA Barcelona Art Jewellery & Objects / Gioielli in Fermento #gallery: Villa Braghieri – Ocana Apoteke, Barcellona – Master Collection Piacenza / Filo Rosso, Barcaccia, Trieste / Natura Pretiosa, Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Livorno
2016 Selected Stories, galleria Ohmyblue, Venezia / AGC Dialoghi Italia Giappone – Fondazione Cominelli, Cisano di San Felice del Benaco – Museo del Bijou, Casalmaggiore – Oratorio di San Rocco, Padova – Museo di Storia Naturale del Mediterraneo, Livorno / Gioielli in Fermento #gallery: SOFA Chicago – Torre Fornello, Piacenza / Past Present, Alternatives Roma
2015 Premio Cominelli, Cisano S.Felice del Benaco / AGC Dialoghi Italia/Giappon, Istituto Italiano di Cultura Tokio / Premio Mario Pinton, Oratorio di S. Rocco, Padova
2014 Gioielli in Fermento #gallery: galleria Il Lepre, Piacenza – Showroom Boffi Barcellona – Rocca Sforzesca, Dozza, Torre Fornello Piacenza
2013 Premio internazionale Mario Pinton, Oratorio S.Rocco Padova / Suggestioni in metallo, Complesso del Vittoriano, Roma
2012 Premio internazionale Mario Pinton, Oratorio S.Rocco Padova
2011 OnOff Spazio Aperto, Padova / Ring Party, Palazzo Baviera, Senigallia / Mediterraneo, Museo di Storia Naturale, Livorno
2010 Filo Rosso, Biennale internazionale del Gioiello Contemporaneo, Museo d’Arte Moderna Ugo Carà, Muggia, Trieste
2009 Gioiello italiano contemporaneo. Tecniche e materiali tra arte e design, Fondazione Accorsi Ometto Museo di Arti decorative, Torino
2008 Gioielli d’autore. Padova e la scuola dell’oro, Palazzo della Ragione, Padova / Gioiello italiano contemporaneo. Tecniche e materiali tra arte e design, Palazzo Valmarana Vicenza, Castello Sforzesco, Milano / Schmuck Galerie I.Hund München / Open circle, Atrium gallery Glasgow
2007 Klimt02 gallery, Barcelona / Contemporary jewellery from Italy, Flow gallery London, Galeria Bielak Krakòw, Hipòtesi galeria Barcelona, Velvet da Vinci Gallery S.Francisco
2006 Collect, V&A Museum London / 4 Punti di contatto, Galeria t-Seabra, Lisbona
2005 Sofa Chicago, Ornamentum gallery New York
2004 Pensieri Preziosi, Oratorio S.Rocco Padova
2001 Gioielleria contemporanea europea, Oratorio S.Rocco Padova, Cortina, Udine
1998 British gold – Italian gold, Edimburgh, Milano, Padova
1995 Donne in oreficeria, Studio GR20, Padova

 

 

 

 

 

Ti potrebbe interessare…